Dopo alcuni anni di attesa, ritorna finalmente la Stagione Teatrale invernale al “Gassman” di Borgio Verezzi.

E’ la ripresa di un discorso con gli spettatori che in realtà non si è mai interrotto, custodito e nutrito dall’humus culturale di un territorio che da oltre mezzo secolo si identifica con il teatro; è il portare avanti, anche nella stagione invernale, quel filo conduttore che il “Paese del Teatro” non può esimersi dal tessere.

Per questo è stato progettato un calendario che potesse ospitare, in continuità con i grandi nomi del Festival estivo, eccellenze scelte fra le migliori tournée italiane, con nomi noti e affermati e produzioni di prestigio. Testi di prosa vivaci ed effervescenti, capaci di raccogliere il massimo gradimento da parte delle differenti tipologie di spettatori, accontentando tutte le generazioni.

Con la Direzione artistica di Luca Malvicini e l’organizzazione tecnica della collaudatissima I.So. THeatre il “Teatro Gassman”, funzionalmente rinnovato, torna così a proporre produzioni artistiche di livello, tentando allo stesso tempo, in accordo con le Compagnie Teatrali in calendario, attraverso un grande sforzo comune, la fidelizzazione del territorio attraverso una campagna abbonamenti (non nominale ma “al portatore”, quindi di più agevole utilizzo) al costo di soli cento euro per tutti e sette gli spettacoli di prosa, che andranno in scena sempre alle ore 21. 

Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti apriranno la stagione Venerdì 8 novembre con “PARLAMI D’AMORE”. Una società e una coppia in crisi profonda di valori e di punti di riferimento, dove fragilità e debolezze trovano spazio in un duetto di coppia a tratti terribile ma sempre accompagnato da irresistibile humour e travolgente ironia. 

Sabato 16 Novembre con “IL MAESTRONE – I miei anni con Francesco Guccini”  arriva a Borgio Verezzi lo straordinario Gian Piero Alloisio, che con il suo inconfondibile teatro-canzone racconta, dopo Gaber, l’altra grande avventura umana e artistica di cui è stato testimone: quella di scrivere, cantare e parlare di canzoni con Francesco Guccini. 

Venerdì 24 gennaio 2020, grande ritorno sulle scene di Flavio Bucci con Almerica Schiavo e Alessandra Puglielli in ”E PENSARE CHE ERO PARTITO COSÌ BENE”.  Flavio Bucci si racconta “fuori dai denti”: la sua vita, la sua carriera, i successi e le defaillance, aneddoti e riflessioni filosofiche, citazioni dei suoi lavori e di quelli degli altri, consuetudini, vizi privati e pubbliche virtù dello spettacolo italiano e non, ritratti di personaggi celebri, gli amori, le dipendenze, i successi e le cadute… 

Per gli spettatori innamorati (e non), abbiamo pensato ad un San Valentino particolare, da festeggiare Venerdì 14 Febbraio insieme ad Anna Mazzamauro e Cristina Bugatty con lo spettacolo  “BELVEDERE due donne per aria”. Due donne velate di diversità, interpretano una storia ai limiti tra la commedia e la poetica felliniana. Santa, “pannosa” figura che sembra uscita da una tela di Botero, e Graziadio, una transessuale bellissima straziata e arricchita dalla sua duplice natura, si incontrano e si scontrano in un prepotente bisogno di vivere.

Venerdi 28 febbraio sarà la volta del romantico “SUL LAGO DORATO” con un cast stellare composto da Gianfranco D’Angelo, Sandra Milo, Fiordaliso e con Mario Scaletta e Nicola Paduano. La commedia, divenuta celebre per la trasposizione cinematografica di Mark Ridell del 1981 con l’interpretazione degli Oscar Henry Fonda e Katherine Hepburn accompagnati da Jane Fonda, è qui interpretata da un cast nostrano e affiatato, capace di commuovere, far ridere e riflettere con leggerezza. Una commedia “divertente e sentimentale”, che interessa tre generazioni a confronto fra loro, un ironico ed  affettuoso sguardo a mondi diversi che si ritrovano al di là delle convenzioni sociali e delle età, una commedia di divertente ironia e sentimenti che ha fatto sognare già tantissimi spettatori. 

Cambiamo registro con una rappresentazione divertente e corrosiva, dal finale inaspettato, in scena Giovedì 26 Marzo: “COCKTAIL PER TRE”, interpretato da Miriam Mesturino Franco Oppini Marco Belocchi, mette a nudo alcune dinamiche di coppia e i concetti di fedeltà-amore-tradimento, servendosi di un’ironia e di un distacco che ne fanno, attraverso i personaggi perfettamente disegnati, una commedia godibile e intelligente. 

Venerdì 3 aprile Barbara De Rossi e Francesco Branchetti  chiuderanno la stagione con “UN GRANDE GRIDO D’AMORE” straordinaria pièce teatrale dell’autore Josiane Balasko, un vero e proprio “fenomeno” ormai noto in tutto il mondo per le sue creazioni di successo. Una storia intrigante e coinvolgente, che accompagnerà il pubblico in una serie di esilaranti situazioni e in un susseguirsi di equivoci, capaci di creare un’atmosfera speciale ricca di suspense e allo stesso tempo di grande tenerezza.

Un prezzo ragionevole e contenuto, per dare a tutti l’opportunità di “esserci”.

Siamo spiacenti di comunicare che in ottemperanza al decreto del consiglio dei ministri emesso il 4 marzo 2020 il Teatro Gassman osserverà la prevista sospensione delle attività di spettacolo fino al 3 aprile prossimo.

Pertanto tutti gli spettacoli in calendario
da venerdi 6 marzo
a sabato 18 aprile
sono rinviati a data
da destinarsi.